martedì 21 agosto 2012

96

Il Cavaliere Oscuro, il ritorno, la recensione (senza spoiler)

Il cavaliere oscuro il ritorno Batman Bale
Caviamoci subito il dente: chiedersi se The Dark Knight Rises sia o meno un film più bello di The Avengers è quella che, per dirla con Wilde, potremmo definire un po' una domanda della meenchia. Perché se nei fumetti ci si tende a dimenticare a volte di quanto siano diversi, che so, un Batman e un Capitan America, sullo schermo è tutto un altro paio di batmaniche. Ovviamente. Giustamente. Tutto questo per dire che andare a cercare per forza di cose il confronto tra quella che è alla fine una commedia d'azione con dei del tuono e alieni e un film serioso e tiratissimo in cui un tizio misantropo pieno di soldi picchia la gente, come il popolo degli amanti del fumetto o le recensioni su Repubblica punto it si ostinano a fare con la determinazione di un autista che vuole recuperare a tutti i costi le monetine cadute di tasca mentre guida, quasi che senza un re supremo della classifica generale-globale-definitiva dei migliori film di super-eroi non si possa vivere, è come prendere a schiaffi le onde. Cioè, volendo si può pure fare, ma non è che abbia molto senso. Detto questo: ma lo è un bel film, questo Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno? Splendidamente diretto e ben interpretato? Sì, senza dubbio. Ma è anche il capolavoro del cinematografò di cui hai letto in giro? No, manco per la cippa. Al perché ci arriviamo subito [...]
"Fermi tutti! Mi manda Rob Liefeld!"
Quello che ti è piaciuto:
Ora, come hai ripetuto più e più volte a queste coordinate, dei due Batman precedenti di Nolan ti garbava tutto tranne le scene in cui usciva questo tizio incappucciato che parlava con la voce da scherzone telefonico. Qui il tizio incappucciato, se vai a vedere, si vede poco, perché al centro della scena restano Bruce Wayne e i suoi tormenti, la sua vita incompiuta, le peeppe mentali di un uomo che si è fatto consumare dalla sete di giustizia anziché consumare l'eredità di famiglia in raffinate serate tra amici all'insegna del burlesque. Non ci avresti scommesso una lira, ma Bane e la Catwoman senza coolo funzionano. In particolare la Selina della Hathaway, che si sforza tantissimo sin dall'inizio di far sembrare sufficientemente zoccola complesso il suo personaggio. Un Alfred Pennyworth, letteralmente, da lacrime napulitante. Un paio di sorprese per i fan dei fumetti che mollami. La prima parte ti prende e il finale è fichissimo.
Catwoman Anne Hathaway
Quello che proprio non ti è piaciuto: 
Grossomodo quell'enorme fetta di emmental svizzero formata dai buchi logici, in tutta la porzione di pellicola iscritta tra quella iniziale che ti prende e il finale fichissimo. Una serie di meenchiate di notevole portata, incomprensibili in uno di quei film vittime di tagli feroci in cabina di montaggio, figuriamoci in una pellicola di quasi tre ore. Non puoi ovviamente scendere nei dettagli per non spoilerare niente a nessuno, ma ci sono delle robe proprio buttate lì a far numero e confusione, a uffo, che uno esce dal cinema e si dice boh. In mezzo a dei dialoghi impeccabili, ci sono anche un paio di battute da Batman di Schumacher ("il male assoluto!"). Il finale fichissimo, inoltre, è preceduto da alcune scazzottate pezzenterrime. 
Joseph Gordon-Levitt Batman
Tolto DiCaprio, c'è praticamente TUTTO il cast di Inception
E quindi?
La somma algebrica dà "bel film". Bello, non capolavoro, ma bello. Magari più corto e senza un po' di quei fatti nonsense di cui sopra veniva anche meglio, ecco.

"Va' come si sono accorciate le giornate!"
Altro?
Sì. Come scriveva la notte scorsa il RRobe nella sua recensione, Nolan può anche continuare a ripetere finché campa che il suo non è un film politico, ma lo è. Cacchio se lo è. C'è tutta un'accusa nei confronti della plutocratica società ammerrigana e dei malvagi burattinai di Wall Street, una roba che più esplicita di così andava giusto infilata nei titoli di testa a caratteri fluo lampeggianti.
Dark Knight Rises Bane
Un'ultima cosa: il doppiaggio italiano? Com'è il doppiaggio italiano?
Sempre per dirla con Wilde, fa cagare. Terrificante. Speri sinceramente, con tutto te stesso, che Bane non abbia anche nella versione originale la voce di un Darth Vader a cui stanno strizzando fortissimo le palle. 


96 commenti:

  1. Direttamente dal cinema al blog!
    Io non ho potuto guardarlo... mi devo accontentare della settimana prossima.
    Insomma, non supera The Dark Knight?
    Io aspetto a giudicare... del resto la mia paura è solo quella...

    RispondiElimina
  2. E qua faccio una domanda infame: meglio The Avengers o The Dark Knight Rises?
    Lo so, no si può fare una domanda così infame e barbina... ma questo questa domanda è un chiodo fisso!

    RispondiElimina
  3. Speri sinceramente, con tutto te stesso, che Bane non abbia anche nella versione originale la voce di un Darth Vader a cui stanno strizzando fortissimo le palle.

    e invece ce l'ha anche in inglese. sembrava uno che bofonchia con la bocca infilata dentro un barattolo di latta

    RispondiElimina
  4. Recensione che dai ... ci sta!
    Appoggio il Doc.
    Ho visto il film e che dire: " si è ammosciato pure Batman! ".
    Comunque inizio bello ed appassionante, finale leggendario, e tutto quello che sta nel mezzo da rivedere un attimo, può darsi che forse non ho afferato bene quello che il regista voleva dire ... perché a tratti sapeva di "meeenchiata stellare".


    P.S.: Doc non ti lamentare del doppiaggio italiano, ti posso assicure che c'é moolto di peggio ... tipo quello francese :-((non chiedere adesso, un giorno te lo spiegherò su faccialibro)

    RispondiElimina
  5. Brunez:
    Ah, ecco.
    "Bruce, sono tuo paaaaaahhhhhdre"

    RispondiElimina
  6. Confermo che anche nella versione originale Bane ha la voce da Darth Vader dei poveri con tanto di respiro asmatico!
    Per il resto d'accordo su tutto, buchi di sceneggiatura compresi.
    In più (cercherò un giro di parole per non spoilerare) va bene che parliamo di un fumetto su grande schermo, ok, però tutta la trama - e mi riferisco a quello che succede a Gotham City - mi sembra un pochino tirata per i capelli.
    Forse su carta è credibile, ma in una versione di Batman ultra realistico mi pare un po' tutto esagerato e poco plausibile.
    Giusto i miei due cent, eh.

    RispondiElimina
  7. è più forte hulk o la cosa?
    non si possono paragonare i film marvel che hanno portato a the avengers ai batman di nolan.
    i vari batman cercano un minimo di essere attinenti ad un mondo reale sono film di ninja e gadget, the avengers (ma anche cap, iornman, thor) si prendono alla leggera quasi che non si prendessero sul serio nemmeno loro sono una fiera della sboroneria dove non c'è tempo per il dramma o per stare un minimo attinenti alla realtà.
    io direi che sono piacevoli entrambi i filoni ma per motivi diversi.
    io avrei paragonato pure jarvis ad alfred ma hanno trasformato jarvis in una minchiata mentre Michael Caine è splendido.

    RispondiElimina
  8. Ripeto più o meno quanto scritto dal RRobe.
    Il film è interessante e non devi spegnere il cervello nemmeno per un istante. Purtroppo le 2 ore e mezza ci vogliono tutte e come è stato scritto, se ci si aspettava un film di azione è meglio iniziare a flagellarsi lo scroto.

    Sull'aspetto politico: mah, il film mi sembra troppo vario per trovarci una matrice politica definita. Piuttosto direi che il film parli di prigionia sotto più punti di vista; prigionia di un destino, prigionia delle proprie paure, gli unici che non sono prigionieri sono i ribelli ( nel bene o nel male ).

    Batman ultrarealistico, in effetti farebbe ultraridere nella realtà che già i vari giustizieri mascherati in America ci stanno e sono, appunto dei mezzi disadattati alquanto ridicoli.


    SPOILERINI


    Io mi sono accontentato della mega citazione da KC per essere stracontento dal punto di vista fumettistico. Mi accontento di poco.

    Al raddrizzamento della schiena però non sapevo se lollare duro o pensare di essere potentemente preso in giro.

    La parte troppo meh: la fossa.

    RispondiElimina
  9. Visto stasera.
    Se invece di chiamarsi Batman, si fosse chiamato Mission Impossible 56, magari (ari ari) mi sarebbe pure piaciuto. Ma così no.
    Va bene il realismo e tutto, ma questo è un agente della SWAT con le antenne, non Batman, e soprattutto quel poveraccio con l'asma è appunto un poveraccio con l'asma e non Bane.
    Chiamatelo Ubu e ha più senso.

    RispondiElimina
  10. L'ho visto in ammmerigano e secondo me si, ce l'ha la voce di darth vader con le palle strizzate. Ma non è così male. La hataway in lingua originale mi ha colpito parecchio.

    RispondiElimina
  11. Ovvia, magari questo capitolo mi garba!

    RispondiElimina
  12. Lochiamavano ilN.2022 agosto, 2012

    Per me il modo migliore per ovviare ai problemi di trama, di introspezione mancante dei personaggi ecc ecc era dividere il film in 2 parti, forse peró sotto molti punti di vista era meglio togliersi il dente tutto in un colpo e chiudere così com'è stato.
    Non è un brutto film e nemmeno una delusione...gli manca quel qualcosa che ...è un po' insipido...

    RispondiElimina
  13. Gli manca la scimmia. Bello senz'animal.

    RispondiElimina
  14. Perunamico22 agosto, 2012

    "è più forte hulk o la cosa?"
    Hulk
    "Gli manca la scimmia. Bello senz'animal." Ho riso forte

    RispondiElimina
  15. Ancora non l'ho visto, ma i miei dubbi sul fatto che comunque the Dark Knight gli rimanga superiore stanno sempre là.
    Che poi diciamocelo, DK era bello perchè c'era un grandioso Joker, altrimenti sarebbe stato una palla pazzesca. Senza contare la caratterizzazione pezzentissima di Harvey Dent.

    Beh, male che vada, almeno qua c'è la Hathaway, che non sarà simpaticissima, però rimane sempre più gradevole da vedere di quei due cofani che ci hanno rifilato nei film precedenti.
    Anche se per me la Pfeiffer rimane il top, a prescindere.

    http://24.media.tumblr.com/tumblr_m6bfweRNaZ1qko769o1_500.gif

    RispondiElimina
  16. sono entrambi dei bei film ma non ai livelli di buffy l'ammazzavampiri.

    RispondiElimina
  17. Visto pure io oggi, secondo me il problema è che non riesce a trovare un equilibrio tra l'essere fumetto e l'essere film serio... il primo ci riusciva, il secondo ci riusciva e in più aveva Joker, questo boh, un attimo lo prendi sul serio, l'attimo dopo ti scherza lui...

    RispondiElimina
  18. Appena uscito dal cinema.
    Sembrava un cosplay. O un film di agenti SWAT con le antenne :)

    RispondiElimina
  19. Per me Nolan non sbaglia un colpo, come sempre, e anche questa volta mi ha più che soddisfatto, cioè, uno spettacolo assoluto, preceduto in giornata dalla visione dei primi due batman... quindi in serata è avvenuto il coronamento del mio batman-day, con un film che all'inizio sinceramente, tra il doppiaggio di freeman e di bane, non mi stava prendendo, poi Fox non parla più, e poi a Bane ci ti abitui, o almeno a me sembra diventi più figo, chissà... da rivedere il prima possibile cribbio, e poi, che finale, però non capisco i buchi a cui ti riferisci, se puoi esplicitarli in un commento racchiuso tra due Spoiler grandi come una casa, esplicitali

    RispondiElimina
  20. Oh, a me è piaciuto una cifra.
    Finale con le BOMBE da mind blowing esagerato *__*
    Io ci ho visto solo un unico giganterrimo plot hole...ma ho chiuso volentieri un occhio.

    Minchia poi bellissimo il "tutti insieme appassionatamente", se Ledger fosse stato vivo...

    RispondiElimina
  21. Doc, 2 appunti.
    1)proprio non ricordo dove Oscar Wilde usasse quelle espressioni.
    2)fai riferimento ad una visione politica del film cone il RRobe, ma poi ne date 2 visioni opposte. Per te c'è un atto di accusa contro Wall Street, per il Rrobe una condanna di chi a Wall Street si oppone. Oppure ho capito male?

    RispondiElimina
  22. Luca Antrista Tokyense22 agosto, 2012

    SPOILERONI

    Sull'aspetto politico mi sento di dire che il film non ha il coraggio di andare fino in fondo:
    1) La plutocrazia e le condizioni del popolo non vengono mai messe in scena. Vengono solo intuite dalle parole di Bane.
    2) Questa fantomatica rivoluzione del popolo non prende mai forma. Bane non fa che instaurate un regime militare di terroristi. L'adesione del popolo di Gotham è sfumatissina e solo accennata in alcune scene. Mi chiedo pure che senso abbia annunciare una rivoluzione per poi solo distruggere Gotham. Ma vabbé.

    RispondiElimina
  23. Allordunque: ti si aspettava, Doc, per questa recensione. Ora che sono a riva, al sicuro dalla marea maledetta degli spoiler, posso tirare un sospirone di sollievo e concordare con te: la (mia) somma algebrica dà "gran bel film", sarà che partivo con una scimmia bella grossa ma la tensione in sala me la sentivo sulla pelle, avrò fatto salti da 10 su quella poltrona ed ho rischiato le lacrime. Due volte. Ma capolavoro no, proprio non lo è. Non mi aspettavo che lo fosse e secondo me un film di questo genere non può esserlo, o forse non è ancora nato un Nolan bravo abbastanza da farcelo diventare.
    La voce di Batman, vabbé, è dal 2005 che lo si prende allegramente per il culo per quella faringite che vorrebbe essere una voce tenebrosa. La voce di Bane...eh, non saprei: a me ha fatto venir la pelle d'oca, ma non (solo) in senso negativo. Però mi sa tanto che non era la voce, era proprio l'aura terrificante di Bane. Non ci stava mica male quella frase del "male assoluto". Tom Hardy si ruba la scena con una facilità disarmante, per dirla con parole tue "scalcia culi, prende nomi e torna indietro per un secondo giro". Pure un terzo. Lo scalzato protagonista Bale fa più di una volta la figura del povero pirla, a confronto con questo futuro mostro sacro.
    Levitt mi ha fatto star male ad ogni inquadratura. Lui è bravo, eh, ma somiglia troppo, ma TROPPO al povero Ledger per non farsi venire una botta di malinconia tipo incudine da tre tonnellate sulla nuca. I tagli da fase di montaggio sono palesemente brutali e consistenti, come tu dici lasciano parecchi buchi di logica, alcuni pure abbastanza molesti. Mi rifiuto di credere che abbiano semplicemente "dimenticato" qualcosa qua e là e confido in una futura versione integrale.
    La Hathaway era meglio di quanto mi aspettassi, ma ha un viso troppo dolce perché quell'aria un pò zoccoleggiante le riesca davvero bene. Brava comunque, bravi tutti.
    Il finale mi è piaciuto, è coraggioso e sembra (SEMBRA) scoraggiare altri seguiti, ma l'abbiamo visto tutti che una porticina di servizio l'han lasciata aperta, e giurerei che la imboccheranno senza troppi scrupoli.
    Solo che l'ultima volta che quella parte di storia è stata raccontata non è andata benissimo, sento ancora l'eco dei LOL, in diretta dagli anni '90.
    Per ora comunque, la trilogia si è chiusa nel migliore dei modi: Nolan promosso a pieni voti, e siamo tutti contenti.

    RispondiElimina
  24. Ah, dimenticavo: uno dei due momenti da lacrime napulitante era colpa di Alfred. Ma quant'è caro Alfred?
    Io c'ho il cuore tenero e mi piace tanto, ecco.

    RispondiElimina
  25. Dimenticavo anche dell'altro: la colonna sonora è bellissima e tutte quelle pippe mentali sul sottotesto politico non vale la pena di farsele: sono americani, è nella loro natura infilare la politica nella qualunque.

    RispondiElimina
  26. bellissimo,forse un po troppo apocalittico per il filone realistico che Nolan aveva imposto ai capitoli precedenti.Bane riesce ad essere un villain all'altezza del predecessore Joker,SPOILER!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!la scena dove spezza la schiena di Batman dopo averlo crepato e mazzat con rimando alla saga fumettistica Kinghtfall.cameo di Liam Neeson e C.Murphy FINE SPOILER!!!!!!!!!!!!!come già detto su dagli altri Alfred è un degno erede del nostro MarioMerolo.belli gli effetti speciali,peccato che qui in Italia ci sia una sola sala attrezzata per l' I Max (a Riccione).in definitiva credo che sia riuscito a superare The Dark Knight,poi a ognuno il suo giudizio

    RispondiElimina
  27. Scott:
    Eh, quella è la GRANDE PEEPPA su cui si stanno arrovellando i critici: è un film di destra o di sinistra? Batman combatte per la giustizia o è un tizio reazionario che serve l'establishment? Boh, alla libera interpretazione dello spettatore. E alla fine chi se ne frega, come scrivono gli altri.

    Dreamersqueen:
    Lo possiamo dire che le scene con Alfred sono probabilmente il momento migliore del film? E diciamolo. Sono d'accordissimo su Levitt: ha fatto anche a me lo stesso effetto per tutto il film.


    Per tutti quelli che chiedevano dei buchi e delle meenchiate, eccoci. Chi non vuole spoiler si fermi qui



    Ok?



    Intesi?



    [SPOILER]


    ...

    ...

    -l'intera roba della fossa è una cazzata enorme. Se la setta aveva trovato lì solo Bane, chi sono i prigionieri? Che ci fanno lì? E' un carcere funzionante in cui Bane entra ed esce? Ci porta la gente e se ne va? Un carcere funzionante in cui è lasciata facoltà ai detenuti di tentare l'evasione con delle corde? E anche ammesso: Batman alla fine cala una fune per far evadere dei "pericolosissimi criminali" a un passo dalla città?

    -Una città, peraltro, in, boh, Turchia? Asia Minore? Se la fa a piedi, Bruce, fino a Gotham?

    -Quando Gordon finisce nelle fogne, lo sgherro poi ucciso da Bane dice che è impossibile capire da quale canale di scolo uscirà il corpo. Blake però, dall'esterno, è lì ad aspettare davanti a quello giusto.

    -Lo stanzone segreto delle armi di Fox è in un attico... in qualche modo collegato direttamente con le fogne.

    -La Gotham tagliata fuori dal resto del mondo funziona in una saga a fumetti, non in un film. Anche se ti inventi la storia dei lastroni di ghiaccio e i poliziotti cacasotto con il detonatore facile. Bruce, per esempio, a rientrare in città non ci mette un cazzo.

    -I poliziotti che si lanciano all'assalto disarmati contro i terroristi che impugnano i mitra e hanno una pessima mira: eroici, ma Batman non può aiutarli con il Batwing, anziché lasciarli lì a morire?

    -Quegli stessi poliziotti, peraltro, hanno trascorso CINQUE MESI in una galleria. Non vuoi sapere come sono andati avanti.

    -Poco dopo parte una scazzottata buspencera, questa grande royal rumble tra poliziotti e malamente. Tutti mettono da parte le armi per far parlare i pugni. Per una qualche ragione. E per una qualche ragione nessuno pensa di sparare a Bane o a Batman, lasciandoli a menarsi in una sequenza terribile.

    -Manca meno di un minuto all'esplosione di una bomba atomica e Batman e Catwoman limonano. Poi lui si ferma a parlare cinque secondi con Alfred. Mancava chiedesse alla vicina se nella carbonara ci mette l'aglio o no.

    -Esplode un ordigno nucleare "giusto fuori dalla baia", ma tutti sono felici per lo scampato pericolo. Aspettate che al pesce rosso di casa spunti il terzo occhio.

    -Il colpo di scena sull'identità della Cotillard clona un attimo quello su Ra's al Ghul nel primo film

    se volete vado avanti

    [FINE SPOILERAZZI]


    RispondiElimina
  28. Concordo su tuttii plothole elencati dal Doc. Ci sono, purtroppo. Anch'io spero che almeno in parte derivino da tagli pazzeschi in fase di montaggio.

    invece non trovo nulla da ridire sulla Fossa. Quella la vedo come una sequenza puramente metaforica, quasi una pausa onirica in un film sempre realistico e tra l'altro sempre ambientato a Gotham.

    A parte questo, si diceva, i plothole ci sono.

    Però, onestamente, per una volta non me ne frega nulla.

    perchè questo film è la trasposizione su schermo di Dark Knight Return (che non a caso ricalca anche nel nome). C'è tantissimo del capolavoro di Miller qui dentro, ed in quest'ottica giustifico persino la zoppia a scomparsa, trovo un senso all'anarchia e all'apocalisse finale. Mancano giusto i cavalli ma solo perchè Nolan li aveva già usati in Batman Begins.
    L'agente Blake, sebbene si capisca dove vada a parare, mi ha stupito molto come personaggio (e tutta la sua sequenza mi ricorda V for Vendetta, specie per come si riallaccia al simbolismo della maschera).

    la nuova Selina è stupenda ed azzeccata per un film (pseudo)realistico come questo.

    RispondiElimina
  29. SPOILER


    L'esplosione della bomba nella baia ha lasciato perplesso anche me. Come minimo avrebbe dovuto alzarsi uno tsunami che spazzava mia mezza gotham, ma tant'è...


    FINE SPOILER

    Comunque buon film ma mi aspettavo meglio.
    Abbastanza noiosetta la parte della fossa ma si salva con un finale prevedibile ma ugualmente emozionante.

    RispondiElimina
  30. Scusate il doppio post, magie di Blogger =_=

    Alfred è magico, mai stato tratteggiato meglio.

    I miei 2 cents sul rapporto plutocrazia/anarchia:

    A me pare che Nolan denunci entrambi. e di questi tempi, specie per noi italiani, ho trovato certe scene non distantissime dalla realtà. L'orrore dei processi sommari giacobini è quello che tanti nostri concittadini sognano ad occhi aperti, e fa paura. Specie se la recessione proseguirà e farà aumentare le tensioni sociali.

    Bane è una caricatura, ma è una caricatura di un pensiero che esiste anche qui, tra noi, in questi giorni.

    Siamo ormai lontani dall'anarchia romantica di un V, evidentemente i tempi sono cambiati. Là si era ancora in guerra fredda e l'eroe che abbatte la macchina era ancora qualcosa di completamente positivo. erano passati solo 20 anni dal Che, non a caso.

    Ora che sono passati altri 20 anni e abbiamo conosciuto il terrorismo, le cose sono diverse.

    È un po come ascoltare La Locomotiva di Guccini dopo l'11 settembre. È sempre stupenda, ma il messaggio è bello solo come visione di un eroe romantico. Accadesse davvero una cosa del genere sarebbe da talebani, punto.

    tornando al film...di cosa parla alla fine?

    Parla di tutto: dalla tragedia personale di Wayne come disadattato sociale, alla decadenza della società occidentale, passando per l'orrore dell'anarchia come risposta facile ma sbagliata ai problemi del nostro mondo.

    Parla, quindi, delle paure della società odierna e della nostra incapacità di trovarvi una soluzione giusta ed equilibrata. ma parla anche di speranza nel futuro, nei giovani, nelle nuove generazioni.

    buonismo da cinecomic? Può darsi, ma forse è anche l'amara accettazione che il mondo attuale sta fallendo e che la speranza nel futuro è tutto sommato tutto quello che ci rimane.

    Concludendo, sebbene mi dispiaccia per i grossi plothole, ho trovato questo DKR un capolavoro, sebbene non esente da difetti.

    PS: anche per me è davvero assurdo confrontare questo con The Avengers: quello era un film magnifico nella sua leggerezza, ed il suo perchè va cercato altrove.

    È come chiedersi se è meglio Mass Effect o Mario Galaxy: non puoi confrontarli solo perchè sono vg.

    RispondiElimina
  31. ma non è che il film è stato massacrato di tagli per farlo entrare almeno nelle 3 ore? ormai nel cinema moderno per avere la versione definitiva di un film bisogna spettare il bluray dopo 2 anni!

    RispondiElimina
  32. La cosa più bella è proprio essere un film politico.

    SPOILER







    DVD quote suggerite

    TT (tutte troie)

    I cattivi sono sempre i gianfransuà




    FINE SPOILER

    RispondiElimina
  33. Bane ha la voce di Lord Casco. Per tutto il film, ogni volta che apriva bocca, nella mia testa risuonava fortissimo "Vedo che il tuo sforzo è grosso quanto il mio: vediamo come lo maneggi bene!"

    RispondiElimina
  34. Ho scoperto solo in nottata che la voce è di Filippo Timi. Che a me piace molto, ma in un contesto del genere rischiava la sovracaratterizzazione. E in effetti.

    Ma più in generale, il doppiaggio di molti personaggi non mi è piaciuto a livello di recitazione, al di là della voce. Il vice di Daggett era terrificante.

    RispondiElimina
  35. Recensioni di Repubblica... quelli che si ostinano a scrivere Bain...

    Comunque da vedere a stretto giro al cinematografò?

    RispondiElimina
  36. Ah, se non guardi questo al cinema (con un impianto audio decente) non vedo quale film lo meriti :D
    Anche solo per la scena iniziale dell'aereo.

    RispondiElimina
  37. Ma no dai doc, la maggior parte di questi cosiddetti plothole è assolutamente relativa:

    (SPOILER)
    l'intera roba della fossa è una cazzata enorme. Se la setta aveva trovato lì solo Bane, chi sono i prigionieri? Che ci fanno lì? E' un carcere funzionante in cui Bane entra ed esce? Ci porta la gente e se ne va? Un carcere funzionante in cui è lasciata facoltà ai detenuti di tentare l'evasione con delle corde? E anche ammesso: Batman alla fine cala una fune per far evadere dei "pericolosissimi criminali" a un passo dalla città?
    A parte che è una cosa metaforica, viene detto chiaramente chè il carcere è di Bane e la facoltà di scalare il tunnel è per lasciare uan speranza (in teoria irrealizzabile).

    Una città, peraltro, in, boh, Turchia? Asia Minore? Se la fa a piedi, Bruce, fino a Gotham?
    Ehi, è Batman!

    -Quando Gordon finisce nelle fogne, lo sgherro poi ucciso da Bane dice che è impossibile capire da quale canale di scolo uscirà il corpo. Blake però, dall'esterno, è lì ad aspettare davanti a quello giusto.
    Ha avuto un po' di culo anche lui, visto che da quel buco è uscito il suo amico due giorni prima.

    -Lo stanzone segreto delle armi di Fox è in un attico... in qualche modo collegato direttamente con le fogne.

    L'ufficio di Fox è nell'attico, ma lo stanzone è evidentemente in un bunker sotterraneo...

    -La Gotham tagliata fuori dal resto del mondo funziona in una saga a fumetti, non in un film. Anche se ti inventi la storia dei lastroni di ghiaccio e i poliziotti cacasotto con il detonatore facile. Bruce, per esempio, a rientrare in città non ci mette un cazzo.
    Neanche i tizi dei servizi speciali, se è per quello. E comunque ehi, lui è Batman. Il punto è che la gente non deve uscire, e a disposizione ci sono solo un tunnel e un ponte.

    -I poliziotti che si lanciano all'assalto disarmati contro i terroristi che impugnano i mitra e hanno una pessima mira: eroici, ma Batman non può aiutarli con il Batwing, anziché lasciarli lì a morire?
    Il batwing col pilota auotmatico non fa secche le batmobili mimetiche?

    -Quegli stessi poliziotti, peraltro, hanno trascorso CINQUE MESI in una galleria. Non vuoi sapere come sono andati avanti.
    Si vede, coi rifornimenti calati dai terroristi. Si, vabbè, è un po' forzata.

    -Poco dopo parte una scazzottata buspencera, questa grande royal rumble tra poliziotti e malamente. Tutti mettono da parte le armi per far parlare i pugni. Per una qualche ragione. E per una qualche ragione nessuno pensa di sparare a Bane o a Batman, lasciandoli a menarsi in una sequenza terribile.
    La scazzottata ci starebbe anche (una volta che sei corpo a corpo) e anche il fatto che nessuno degli amici di Bane spari a Batman. Un po' meno che a nessun polizziotto venga voglia di sparare a Bane. lol

    -Manca meno di un minuto all'esplosione di una bomba atomica e Batman e Catwoman limonano. Poi lui si ferma a parlare cinque secondi con Alfred. Mancava chiedesse alla vicina se nella carbonara ci mette l'aglio o no.
    Questo è lollosamente indifendibile e al cinema ha fatto ridere un po' tutti.

    -Esplode un ordigno nucleare "giusto fuori dalla baia", ma tutti sono felici per lo scampato pericolo. Aspettate che al pesce rosso di casa spunti il terzo occhio.
    Eh no, dovevano essere tristi visto che non gli è esploso dentro casa, in effetti.

    -Il colpo di scena sull'identità della Cotillard clona un attimo quello su Ra's al Ghul nel primo film.
    Più che altro è telefonato fin da quando Bane dice che va tutto secondo i piani prima di uccidere Daggett.

    se volete vado avanti
    Ma rimarrà lo stesso un capolavoro...

    RispondiElimina
  38. "Fermi tutti! Mi manda Rob Liefeld!"
    Al guardare quella scena ero sicuro che l'avresti scritto :D

    Bel film, ma sono d'accordo: manca la scimmia. Alfred da lacrimoni veri.

    RispondiElimina
  39. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  40. "Va' come si sono accorciate le giornate!"
    Stendingovescion in ufficio, ancora stiamo abbattiambo le mani

    RispondiElimina
  41. per quanto riguarda la politica secondo me è il contrario, ha praticamente tirato su un esempio di comunismo ad hoc e certamente non sotto una luce positiva, a questo punto meglio la società plutocrate.

    RispondiElimina
  42. scott:
    Per evitare di essere ucciso da una folla armata di forconi e torce, elimina il commento precedente e reincollalo con i tag spoiler, please. :)

    Danilo Rossi:
    Quello senza dubbio. Ma...

    [SPOILER]


    ---

    ...quella instaurata da Bane e compagni è un'oligarchia violenta, non è comunismo. Un'oligarchia che dà sfogo agli istinti più bassi e forcaioli della massa da un lato, e dall'altro la minaccia con un'atomica. Non credo che Nolan abbia voluto dire però esattamente che le meenchiate di Wall Street siano meglio. Sono due volti deformi della società, uno per così dire normale, l'altro eccezionale (instaurato dai terroristi), ma non li ho visti finire sui piatti della stessa bilancia.

    [FINE SPOILER]

    RispondiElimina
  43. E non dimentichiamo questo, doc:


    (SPOILER)
    quando mancano 12 ore alla distruzione, Batman si ferma a realizzare il pipistrello gigante infuocato sul ponte. Darsi una mossa no, eh? :)

    RispondiElimina
  44. Quindi, in buona sostanza, è più forte Goku o Kenshiro? ;) :P

    RispondiElimina
  45. Grazie per aver segnalato gli spoiler. Aspetto con ansia di vedere il film.

    Giacomelli LOL

    Hulk vs La Cosa.
    Quoto Perunamico. Domanda non sense e molto "70s/80s/albi corno", e quindi fascinosa. Più forte Hulk. Le varie classifiche, a tonnellate, mi lasciano perplesso. Però Hulk distrugge "con un singolo pugno, un asteroide grande il doppio rispetto alla Terra" (http://it.wikipedia.org/wiki/Hulk#cite_note-40), la Cosa mi pare di un altro livello. E poi Hulk è il più forte di tutti, come sostiene lui stesso parlando in terza persona :-)

    RispondiElimina
  46. Ha smesso di piacermi alla zoppia a scomparsa, senza dubbio imputabile alle raffinate tecniche ortopediche dei prigionieri del Dogazzostan!

    RispondiElimina
  47. Ma poi dai... senza qualche buco di sceneggiatura che ci mettiamo nella uber-extended-bluray a Natale?

    RispondiElimina
  48. Doc ma tu nel post citavi Oscar Wilde? Per deformazione pensavo parlassi di Oliviona :D

    RispondiElimina
  49. SPOILER

    Ma se Batman ti dice di indossare la maschera per agire in incognito...non usare il tuo nome di battesimo!

    RispondiElimina
  50. Visto ieri...secondo me si è capito che il regista voleva chiudere la trilogia e da questo punto di vista la cosa è funzionale ma senza ombra di dubbio il secondo film è proprio di un altro livello e Bane non sfiora nemmeno la figura del Joker, anzi mi ricorda di più Kentozzi alla fine(la trovata della maschera comunque mi piace molto di più di quella da luchador del fumetto).
    Quindi capolavoro no, ma sicuramente un bel film e un ottimo modo di chiudere la storia di Bruce Wayne.

    P.S. Michael Caine è un Alfred stratosferico e anche la Hathaway mi ha sorpreso nella sua interpretazione.

    PS2....il doppiaggio italiano...lasciamo perdere và...

    RispondiElimina
  51. So che sembrerò un pirla , ma , ragazzi , mi consigliate di andare a vedere Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno?Ve lo chiedo perché nei giorni che lo fanno nella mia zona sono incasinato , e anche perché (spero di non dover consegnare la tessera da Antrista) non sono mai riuscito a vedere Il Cavaliere Oscuro .

    RispondiElimina
  52. @Mr. Lol:allora la cosa più sensata è che da qui al 29 ti spari il dvd del Cavaliere Oscuro (assoluto capolavoro), e poi con calma trovi il tempo di andare al cinema a vederti "il ritorno", che, pur non essendo ai livelli dell'altro è sicuramente un bel film che vale la visione al cinematigrafò, e vedrai che lo tengono per tutto settembre.

    RispondiElimina
  53. Doc, io stimo molto te e il lavoro che fai su 'sto blog, lo sai, lo dico sempre quando scrivo.
    Tutte le recensioni che leggo in giro, compresa la tua, elencano i motivi a causa dei quali questo NON è un film eccellente: "solo buono" dicono in molti, "eccellente" dice chi grida alla meraviglia e in ogni caso, tutti, elencano una serie di pecche che la pellicola evidentemente presenta, pecche, tra l'altro, che commette un regista che viene considerato un padreterno del cinema. Il punto è: abbiamo capito perché il film non è eccellente, fa acqua da tutte le parti, a partire dai dialoghi scritti coi piedi, ora tu, caro Ale, mi dici perché è bello?
    Lo dico senza, giuro, alcun riferimento polemico, solo che a me 'sto film ha fatto cagare, l'ho trovato lento, fiacco, poco interessante e scritto in modo vergognoso, ho visto scene d'azione INGUARDABILI, ho visto un Batman ridicolo, ho visto motivazioni incomprensibili e, ancora, mi so' fatto due palle come due angurie.
    Indi, ripeto la domanda: perché dovrebbe essere un buon film?

    RispondiElimina
  54. Bof....
    Per me l'unico vero film di Batman è il duo diretto da Tim Burton.

    RispondiElimina
  55. Ecco, appoggio anch'io l'idea che certe 'mancanze' siano vergognosamente volute, così da preparare il terreno all'ovvia versione deluxe DVD/BD nasalizia.



    RispondiElimina
  56. [SPOILER]

    fra tutte le boiatone sopra elencate a me ha colpito di più la cosa dei poliziotti che dopo esser stati 5 mesi bloccati sottoterra se ne escono fuori pronti a battagliare.
    concesso che gli davano da mangiare - e mettiamoci anche l'inverosimile possibilità che li abbiano rimpinzati di cibo - ma comunque una volta usciti di lì avrebbero dovuto essere comunque in condizioni da ospedale, dato che non avevano neanche da sgranchirsi le gambe o gli occhi abituati alla luce del giorno... altro che buttarsi a pesce in una scazzottata epica! :D

    [FINE SPOILER]

    RispondiElimina
  57. Ma sì, Doc, diciamolo senza paura che le scene con Alfred erano emozione vera. Quei buchi di logica, a ripensarci a freddo, rientrano tutti nelle categorie "americanata" e "robe da fumetto": peccatucci veniali, insomma. Solo quella roba dell'uscita della fogna beccata per puro culo era proprio una faciloneria. La limonata ad un passo dall'apocalisse è la madre di tutte le americanate, e dunque non conta: io ero sicura che ci fosse.
    Faccio una domanda a tutto il gentile pubblico:

    [SPOILER GROSSO]

    Che ne pensate dell'ipotesi, figlia di Inception, che Bruce sia davvero morto?
    A parer mio, il dubbio resta.

    [FINE SPOILER]

    RispondiElimina
  58. filippo timi andrebbe esposto pubblicamente in piazza, lasciando libera la gente di lapidarlo quanto vuole.

    e solo quando avrà sviluppato una voce maschia e roca, allora avrà il mio permesso di morire ©

    E a fianco a lui ci piazziamo pure Santamaria, che con la sua dizione inesitente e il principio di zeppola mi ha irritato non poco.

    i primi due li avevo visti solo in inglese, questa è la prima volta che provo un batman in italiano, e giuro non lo farò mai più.

    RispondiElimina
  59. ah detto questo... Doc, a me il film è piaciuto un casino.
    Sì i buchi ci sono, e spero in una uncut version, però secondo me è il migliore della trilogia. o meglio, è quello che mi è piaciuto di più.

    E Levitt, non c'è una meenchia da fare, ha proprio la faccia di... sì beh, hai capito.

    RispondiElimina
  60. @MArco Dionisi

    La risposta alla tua domanda è semplice: è un Batman di Nolan. :)

    E come tale è stato inserito in quell'elite di film che anche se colmi di problemi, buchi narrativi, e scelte discutibili è comunque valutato come un bel film perchè è tra gli intoccabili.

    E' un fenomeno consolidato in molti campi, musica, cinema, videogiochi. Se hai un certo impatto con le tue opere poi, non importa cosa produci, verrai comunque scusato da una marea di apologisti e fan vari.

    Ora, non ritengo questo Batman una schifezza, ma effettivamente non è un film su Batman nel senso stretto del termine, e a me quello interessava e quello ancora non ho visto al cinema.

    Meglio Dark Knight Rises o The Avengers? Ma sicuramente The Avengers perchè era un film sui supereroi, per i fan dei supereroi e con dentro, toh che caso, dei supereroi. ;)

    Cheers

    RispondiElimina
  61. Soshito Nakakata22 agosto, 2012

    tempo fa avevo letto che il girato originale del film superava di molto le 3 ore, aspetto con trepidazione il dvd edizione speciale.
    P.s.:ma bane quando parla fa anche l'accento svedese?

    RispondiElimina
  62. Doc la Batcaverna è di nuovo una caverna, o è ancora una sala bianca? Sarà una stupidaggine ma per me quella era l'unica stonatura del secondo film xD

    RispondiElimina
  63. Porca zozza!!! mercoledì pare così lontaaaanoo!! comunque toglietemi una curiosità: la voce del Bane è la stessa sentita nei trailer? se così, non mi pare così cattiva: nella scena (di uno dei trailer) dove fa "... Signor Wayne !" mi è suonata "metallica" e tagliente al punto giusto...

    RispondiElimina
  64. Rick:
    Più caverna di così manco Platone :)

    RispondiElimina
  65. Scusate, ma tralasciando il fatto che Nolan e fratello hanno sventolato l'ispirazione letteraria scartavetrandoci le palle per mesi nelle interviste.. ma davvero NESSUNO, NESSUNO prima di mettersi a fare il bilancino sulla faccenda batman di destra/99% terrorista ha avuto un minimo di rimando a "A Tale Of Two Cities"?

    Perchè il film questo è, il romanzo di Dickens ambientato a Gotham.
    Altro che metafora politica occupy dei miei coglioni. Ora, se un libro del genere è ancora così attuale un motivo c'è.
    E non è Batman che fischietta faccetta nera.

    RispondiElimina
  66. (non ce l'ho con nessuno dei commentatori presenti eh, è che leggendo altrove ed in giro l'oggetto del contendere è questo e mi chiedevo se me ne fossi accorto solo e non essendo un genio mi pare strano d'essere il solo)

    RispondiElimina
  67. SonicReducer22 agosto, 2012

    No il film è stato veramente brutto. Ho agonizzato tutto il tempo.
    Insomma se site dei fanboy dovete vederlo, ma davvero credo sia pessimo.
    A partire dalle coreografie dei combattimenti tutte identiche e incartate (non mi riferisco all'unica in cui era necessario che lo fosse). La stessa Anne Hathaway, di cui non si mette in discussione nulla, se non una totale incapacità nell'interpretare scene di combattimento; sapevo dell'esistenza delle controfigure, e se sono state usate, allora credo servissero gli stuntman degli stuntman. La storia si incarta su se stessa, a voler dire troppo alla fine non si dice assolutamente nulla.
    Pessimo, non si salva quasi niente, tranne il fatto che è un film su Batman, quindi vale sempre la pena. Però è veramente bruttissimo, e mal realizzato in moltissimi aspetti.

    RispondiElimina
  68. È un film politico?

    Onestamente si potrebbe intendere la questione Plutocrati/Occupy Wall-Street come una trasposizione moderna dell'epoca del "terrore" nel 1791 in Francia.

    Non tanto per la Rivoluzione in se, ma per un altro motivo:
    La Primula Rossa

    Personaggio letterario che, insieme a Zorro, è alla base del personaggio creato da Bob Kane.

    Anche lì c'era un eroe che salvava i "poveri" nobili, dalla forca dei "cattivi e ingrati" cittadini.

    Volendo vederla così, sarebbe solo un drastico "ritorno alle origini" del personaggio di Batman.

    Per me comunque questa trilogia non è su batman; Nolan ha fatto un film su Kick-Ass, senza la nerdaggine, su RAT-man senza la demenzialità, ma NON un film di Batman.

    RispondiElimina
  69. No, non lo supera "THE DARK KNIGHT".
    Per niente.
    D'ACCORDISSIMO con tutto quanto scritto dal DOC.

    RispondiElimina
  70. "Più caverna di così manco Platone" LOL de classe :-)

    RispondiElimina
  71. Mi permetto di partecipare linkandovi la recensione sul nostro spazio che magari può fornire altri spunti interessanti di discussione e approfondimento

    http://www.dcleaguers.it/news/the-dark-knight-trilogy/3/

    Per quanto mi riguarda, vorrei solo aggiungere un concetto che mi sembra fondamentale se vogliamo parlare di questi film:

    L'assunto si chiama SOSPENSIONE DELL'INCREDULITà e consiste nella volontà, da parte del lettore o dello spettatore, di sospendere le proprie facoltà critiche allo scopo di ignorare le incongruenze secondarie e godere di un'opera di fantasia.
    Questo non significa limitare le proprie osservazioni o astenersi da analisi; significa piuttosto soppesare sempre il fatto che stiamo discutendo di un personaggio tratto da fumetti popolari di stampo super-eroistico, in cui anche la componente fantastica\irreale\illogica ha avuto il suo peso SEMPRE all'interno della realizzazione concettuale del Cavaliere Oscuro.
    Per questo motivo ogni artista, fumettistico o cinematografico, che ha arricchito le avventure del personaggio, in modo o nell'altro si è sempre servito di topos di fantasia o ai limiti della realtà.

    Nello specifico: Nolan ha deciso di re-interpretare il mito del Cavaliere Oscuro adeguandolo alla sua sensibilità di regista, così da infondergli il suo stile e renderlo riconoscibile (scelta artistica che peraltro aveva fatto palesemente in precedenza anche Tim Burton) e lo ha calato in un contesto di "possibile realtà" per empatizzare maggiormente gli spettatori all'eroe.
    Questa peculiarità, in coerenza con quanto espresso prima, non potrà mai essere TOTALE; è concettualmente sbagliato prendersela e parlare di paradossi se:
    - Batman riesce a planare da un grattacielo senza schiantarsi
    - riesce a sparire completamente nel tempo di una minima distrazione
    - ha la piena capacità di impiego di batmobile e bat-wing seppur utilizzati da pochissimo
    - utilizza mezzi informatici talmente sofisticati da penetrare database segretissimi, raccogliere informazioni assolutamente private e da non risultare minimamente rintracciabili da organi di polizia
    - se Catwoman ha la piena cosapevolezza di guida del bat-pod pur salendoci la prima volta
    - se il Joker riesce a piazzare tonnellate di barili pieni di benzina in luoghi improbabili senza essere scoperto
    - se Bruce riesce a penetrare in una Gotham isolata e sotto assedio militare senza il minimo sforzo
    - se si arriva alla produzione di un nocciolo nucleare a fusione fredda

    ECC...

    perchè tutto questo è funzionale, ragionevole ed infine utilissimo, all'interno di un genere cinematografico che, alla fine, rimane super-eroistico e che ha come obbiettivo principale quello di divertire, esaltare ed illudere.

    Per cui, non dimentichiamoci mai che discutiamo di un tizio stramiliardario che si veste da pipistrello tecnologico, per prendere a calci i criminali e tutelare la città.

    RispondiElimina
  72. Occhi nella notte
    Sono d'accordo solo fino a un certo punto. La sospensione dell'incredulità, certo. Il tizio vestito da pipistrello che mena la gente, ok. Ma in un contesto di iper-realismo come quello in cui Nolan ha calato il suo Batman (non Batman. Il suo Batman), in cui tutto viene spiegato, in cui ogni gingillo di Lucius ha il suo perché e il suo percome, le lacune si notano di più. Sono d'accordo che Batman, essendo Batman, può entrare e uscire come vuole da una città isolata. O tornarsene a piedi dalla Turchia in un giorno. Ma Batman, che ha in cantina la kryptonite e parla con Superman, non questo Batman, che è un miliardario complessato con i super-giocattoli. I buchi logici, se metti su un film sulla SWAT del futuro che combatte i terroristi, e lasci da parte del tutto i super-eroi, sono buchi logici.

    Se fai Avengers fai Avengers, il carnevale di cazzotti e costumi, e nessuno ti dice niente. Se fai un film tiratissimo e serioso come DKR, il fatto che il governo degli USA lasci una sua metropoli isolata per cinque mesi in mano ai terroristi, limitandosi a minare l'unico ponte rimasto in piedi, fa ridere. Tutto qui.

    RispondiElimina
  73. Tutti e 3 i film, se ci fai caso, hanno "buchi" logici che derivano, a mio avviso, da tagli anche abbastanza forzati.

    Per il resto, non hai capito cosa cerco di dirti... tu puoi fare il film più serio che vuoi, ma tratti sempre Batman. E Batman è Batman in qualunque modo. Nolan ha catturato il senso profondo dei personaggi tralasciandone la mitologia fantastica, ma il fattore "irrealtà", seppur minimo minimo, non scomparirà mai.
    Anzi, un giusto utilizzo di entrambi gli aspetti è geniale, perchè ti fa passare per possibili, cose che in realtà non lo sono!

    RispondiElimina
  74. Occhi nella Notte
    No, ho capito. Sarà che, come detto, non riesco proprio a giudicare i tre film di Nolan come film di super-eroi, perciò continuo ad applicare un metro di giudizio binario da film d'azione per le soluzioni adottate (verosimile/inverosimile). Non sono il solo e l'effetto è alla fine quello voluto dal regista per l'impostazione scelta (un film di super-eroi senza super-eroi. Protagonista incluso. Un film su Bruce Wayne e pochissimo - per niente -su Batman), ripeto, ma probabilmente non è neanche corretto.

    Quanto ai buchi lasciati dai tagli: siamo d'accordo. Ma se in TRE ORE di film non sai organizzarti, sarai pure un pistola, eh. Che fai, giri sperando che ti lascino portare in sala una roba da 240 minuti? Oppure lasci i buchi perché tanto poi c'è il DVD e chissene? :D

    RispondiElimina
  75. Quando uscirà il dvd scopriremo se hanno tagliato o meno :) per adesso sono speculazioni.

    Ho cercato di spiegare la mia visione delle cose, ma è giustamente tutto opinabile, non preoccuparti.

    Ne approfitto per farti i complimenti perchè seguo moltissimo il tuo blog!

    RispondiElimina
  76. Ciao Doc, visto per la terza volta (in orginale) ieri. E' un buon film - secondo me con un gran ritmo (l'ho visto tre volte in un mese e il tempo e' sempre volato) - ma poco altro. E, concordo, e' un film senz'anima, freddo e troppo calcolato (ma questo e' un po' il marchio di fabbrica di Nolan). Ed e' pieno di difetti: troppi personaggi la cui unica funzione e' quella di spiegare quel che succede; troppi buchi logici; troppe situazioni gia' viste. E credo che Nolan in un certo senso se la sia giocata "comoda": sarebbe stato piu' stimolante vedere Batman, questo Batman cosi' poco fumetto, finalmente alle prese con personaggi da fumetto come Mr. Freeze o Poison Ivy, o con un Ra's Al Ghul veramente immortale, invece che con un Bane (Tom Hary gigantesco comunque) trasformato in un mercenario terrorista. Non concordo infine sul fatto che sia un film politico. E' un film furbo, che prende elementi politici per darsi una verniciata di realismo...

    RispondiElimina
  77. Nolan non ama inserire le scene mancanti dei suoi film nelle edizioni home video... spero cambi idea questo giro...

    RispondiElimina
  78. Ciao Doc, ti seguo da molto tempo e ti faccio i complimenti per il tuo blog che leggo quotidianamente. Mi son letto tutti i vostri commenti sul film, prima di vederlo (in lingua originale) e "a caldo" mi piace. E' chiaro che questo terzo film è decisamente un tardivo sequel del primo, lasciando "Dark Knight" un episodio a se (il migliore e più interessante). Questo terzo capitolo delude le (troppe) aspettative sul piano dell'azione e della presenza di Batman: un supereroe ormai in pensione, solo, depresso, sconfitto e sempre meno "super", mi ha fatto sorridere molto la diagnosi in ospedale. Belli ed azzeccati i momenti da "lacrime napulitane", notevole il ritmo iniziale e finale, come descritto dal Doc. Si notano, però, i buchi di regia (tagli o meno che siano) e in generale l'incapacità di gestire un arco narrativo che copre quasi 6 mesi con 3 ore scarse, roba che manco un Kubrick o uno Scott... E' evidente che Nolan è incorso in un mezzo passo falso (tanto i soldi li fa lo stesso al botteghino), mi resterà sempre il dubbio di come sarebbe potuto essere, se avesse potuto utilizzare ancora una volta il joker di Ledger. Di significati metaforici più o meno criptici (o espliciti) se ne possono tirare fuori parecchi, machissene.... :p Bella la scena finale, mi sarebbe piaciuto un cameo di Tony Stark che dava un coppino forte a Bruce Wayne che se la spassava a Firenze con Selina... fantaLoL

    RispondiElimina
  79. Doc, complimenti per la recensione. Però su questo tuo commento aggiunto... "il fatto che il governo degli USA lasci una sua metropoli isolata per cinque mesi in mano ai terroristi, limitandosi a minare l'unico ponte rimasto in piedi, fa ridere. Tutto qui."
    A te, questo fatto, non ha ricordato quella storiella di un grande paese che sottovaluta in maniera eccessiva l'arrivo di uno degli uragani (dal nome di donna) più potenti della storia? Limitandosi a mettere 4 materassi in un palazzetto dello sport e facendo letteralmente affogare una delle sue più grandi metropoli del sud? In fin dei conti questo è un film fortemente politico :)

    RispondiElimina
  80. Film quasi pessimo per me, action movie, boh, non è roba da supereroi. Ma sia dei supereroi che del Batman non mi interessa più niente. :D

    RispondiElimina
  81. Bel post, non vedo l'ora di andarlo a vedere. Si è detto di tutto: che fa cagare, che è troppo lungo, un capolavoro che levati ecc.ecc.

    Si vedrà...

    RispondiElimina
  82. Fermo restando che ho poca voglia di scrivere una recensione, concordando sul fatto che sono d'accordo che paragonare THE AVENGERS e TDKR è una minchiata, ma se qualcuno mi chiede "Quale ti è piaciuto di più?" rispondo TDKR senza pensarci troppo, giusto un paio di precisazioni ad alcuni plot-holes menzionati dal Doc. Roba da poco comunque.

    [b]-Quando Gordon finisce nelle fogne, lo sgherro poi ucciso da Bane dice che è impossibile capire da quale canale di scolo uscirà il corpo. Blake però, dall'esterno, è lì ad aspettare davanti a quello giusto.[/b]

    Considerarlo un plot-hole è eccessivo, dal momento che lo sgherro prima di finire ucciso aveva detto anche altre minchiate, tipo che Gordon era morto.

    [b]-Lo stanzone segreto delle armi di Fox è in un attico... in qualche modo collegato direttamente con le fogne.[/b]

    What? Scienze Applicate è sin dal primo film nei sotterranei della Wayne Tower. E Fox fa capire a Bruce che, negli anni, non ha mai cambiato nulla alla divisione, tenendola lontana dagli occhi del mondo. Magari ha aumentato l'illuminazione, per fortuna :D ma non credo l'abbia spostata in un attico. Personalmente direi che l'entrata, dall'ufficio di Fox (quello sì, posizionato in un attico) conduce ad un ascensore, non al deposito.

    [b]-Quegli stessi poliziotti, peraltro, hanno trascorso CINQUE MESI in una galleria. Non vuoi sapere come sono andati avanti.[/b]

    Si vede chiaramente una scena in cui ricevono viveri. L'elemento che casomai doveva far riflettere è che dopo 5 mesi erano abbastanza sbarbati, forse gli passavano anche il Gilette e la schiuma. :D

    [b]-Poco dopo parte una scazzottata buspencera, questa grande royal rumble tra poliziotti e malamente. Tutti mettono da parte le armi per far parlare i pugni. Per una qualche ragione. E per una qualche ragione nessuno pensa di sparare a Bane o a Batman, lasciandoli a menarsi in una sequenza terribile.[/b]

    Scarsità di munizioni dovuta al fatto che la città era comunque isolata dal resto del mondo? :) D'altronde mica c'era un Cobblepot a contrabbandare armi... o forse si, ma non ce l'hanno detto? :D

    [b]Esplode un ordigno nucleare "giusto fuori dalla baia", ma tutti sono felici per lo scampato pericolo. Aspettate che al pesce rosso di casa spunti il terzo occhio.[/b]

    E vabbè, ma sempre meglio che in città. Se sei sul punto che ti stanno per tagliare l'uccello poi, un attimo prima che calino la mannaia ti dicono "vabbè dai, ci accontentiamo di un mignolo", non sarai l'uomo più felice del mondo, ma un sospiro di sollievo lo tiri.

    Perchè questa risposta? Per fare il precisino della fungia? No. Forse un po', a me Ciclope piace. Ma più che altro per dire che... non so, forse Nolan ha abituato gli spettatori troppo bene, cercando di trasportare un personaggio fittizio in un contesto non reale, ma verosimile, al punto da far dimenticare che... diamine, è un film di Batman. Domande tipo "che senso ha quella prigione", "come fa Batman a salvarsi" "come fa ad arrivare a Gotham subito dopo essere evaso" sono domande legittime ma denotano che manca la necessaria sospensione dell'incredulità che servirebbe per godersi appieno quello che alla fine, pur usando un registro diverso da quello molto più "comico" adottato da Whedon, rimane comunque un cinefumetto.

    RispondiElimina
  83. Ho visto solo ora che il mio assunto era stato espresso, anche meglio di quanto abbia fatto io, da Occhi nella Notte. Prima non avevo letto tutti i commenti, quindi scusate la ripetizione. :)

    RispondiElimina
  84. Visto ieri notte. Bello! Non mi è dispiaciuto. Sarà che ero nella modalità "fan-off", la stessa che utilizzai con amazing (il quale però mi fece cagare), e da spettatore "neutro" posso dire che è un bel film, che prende. Che ti prende proprio perché quei due tre buchi di sceneggia li commenti in sala col sorrisetto, come fai in tutti i film belli con cui ci passi volentieri qualche oretta.

    SPOILER

    1) E così come spiderman.... IL DOPPIAGGIO CAZZOOOOOOOO!!!1!11!111ONE!!!111!! Ma dove cristo sono finiti i DIRETTORI di doppiaggio??? Avete presente? Quella gente piena di esperienza ed orecchio che dovrebbe prendere a badilate sulle gengive i doppiatori cani quando cannano di brutto???? O sono tutti morti, o il discorso delle raccomandazioni ha raggiunto pure tali forme d'arte, instaurando al potere una dittatura di detentori inetti dell'amplifon, cazzo....
    Di media quello del film non è malaccio, ma Filippo Timi per dio chi cazzo ce l'ha messo, chi cazzo ha avuto la brillante idea di piazzarcelo al doppiaggio? Ma mettiamo caso che fosse il cugino del fratello della zia del figlio degli amplifonati, possibile che quando recitasse con quel fottutissimo tono da caricatura da malvagio dei film old school nessuno gli abbia afferrato la laringe al grido di "CHECCAZZOSTAIFACENDOOOOOOH!?!?!?!!", oh merda???

    2)Dei famosi buchi o flop narrativi, gli unici che mi son rimasti impressi son tre: - Quando i tremila poliziotti se ne escono tutti belli pimpanti dai 5 mesi di prigonia sotterranea, con le uniformi che parono passate in lavatrice pochi attimi prima e la luce che non gli da un briciolo di cecità ---> no comment; - il ritrovamento di gordon: è tiratissima, difatti è da considerare un mezzo flop, però come botta di culo astronomica da parte di levitt può anche starci dai. Dopottutto si vede che lui ha la tipica faccia da ingenuo che agisce da "testa calda", e che gli va di culo di conseguenza; - quando batman si ferma a ciarlare con gordon e compagni, io ero li che mi si stringevano i coglioni per gotham e a quelli poco ci mancava che il commissario ci buttasse una birra, spaparanzati col culo sull'atomica...

    Invece per quanto riguarda quelli indicati da te Doc, concordo con Pedrito, non son veri e propri vaneggi; per quanto riguarda il discorso dei prigionieri lì detenuti, sarà che stavo limonando ma da quello che ho capito più che veri e propri criminali erano ritenuti "criminali" dalla setta delle ombre, quindi per quanto ne deduco uno sarebbe potuto esser stato gettato la dentro anche per, chessò, un rutto alla tavolata di ras al ghul.

    3) Le scazzottate da voi considerate budspencerate non le ho trovate brutte, anzi! Direi che son le più realisitiche dell'intera saga: io faccio karate da anni, e vi posso assicurare che quelli sarebbero i veri tempi di reazione e velocità che avrebbero due esperti di ninjitsu o comunque di arti marziali che si menano all'ultimo sangue: ad ogni colpo devi aspettarti la reazione del tuo avversario se non vuoi schiattare, ed essendo bane "'nabbestia", ad ogni singolo colpo che batman gli sgancia, batman deve stare ben attento ad ogni popò di tecnica micidiale che l'altro gli prepara. Insomma, i loro scontri son belli tosti. E Bane, mamma mia che cattivo che l'hanno fatto, davvero temibile!!

    4) Ecco, mi viene in mente un quarto buco: le motivazioni della figlia di ras; cazzo mi sembra un fià poco decidere di distruggere la citta dove vivi e sterminare milioni di persone perché il papi voleva fare così e colà.

    5) Il finale ci sta tutto, tranne quell'odioso epic fail... "Ah, già, provi col mio vero nome: ROBIN"--------- maccheccazzo gli passava per la testa, gli costava tantano piazzarci un bel Dick Grayson?? Tanto due minuti dopo tutti si sarebbero reffati che sarebbe stato lui il successore. Ma vabbe, qui sento puzza di zampino di produttori lontano un miglio, che nella testa hanno la merda più totale, e da certa gente puoi solo aspettarti grandi cagate pazzesche...

    RispondiElimina
  85. 5) Ah dimenticavo, mitica anne hataway o come se scrive, davvero un ottima attrice. Ha contribuito a consolidare la credibilità del film, ed essendo questo di tipologia supereroistica, non è da poco. Dio solo sa come abbia fatto a passare tanto velocemente e credibilimente da uno stato d'animo all'altro, seguendo alla lettera (immagino) la sceneggia dei nolan.
    La ritengo allo stesso livello della pfeiffer, due donne gatto diverse ma da applausi entrambe.

    RispondiElimina
  86. io, non l'ho ancora visto, forse domani, ma non importa ho letto tutti i commenti compresi tutti gli spoiler, tanto lo vedrò con gusto lo stesso
    voglio solo dire un paio di cose.
    tutti celebrano dark knight come un capolavoro, io non lo vedo tutto questo capolavoro, a me non lo sembra, tutti lo celebrano per il fatto che ci sia un joker straordinario e che quest'ultimo abbia fatto la cazzata di morire R.I.P
    ma il film non è tutta sta gran roba, io devo esser sincero ho rivisto begins e dark knight prima di andare a vedere return e da questo è venuto fuori che, ho un po' rivalutato DK anche se continuo a pensare che senza quel joker tutti staremmo a dire che è un bel filmetto, BATMAN BEGINS è meglio, molto meglio, l'unico neo di quel film per me è sempre stato Liam Neeson, un attore che non amo molto, specie per quella voce che gli hanno affibiato i doppiatori italiani, ma stavolta il begins l'ho visto in lingua originale e anche il buon vecchiio Liam è stato rivalutato.
    e parlando di doppiaggio, in italia siamo di certo più fortunati di altri paesi tipo la russia dove si sente l'originale e la traduzione simultanea di uno che traduce uomini e donne, ma rispondendo a Luca che parla di raccomandazioni nel mondo del doppiaggio, in italia il mondo del doppiaggio è una casta chiusa, entrare nel doppiaggio non è affatto facile, sono tutti un circolo familiare (vedi la famiglia Ward)e purtroppo a volte non si rendono conto delle scempiaggini che fanno e si ostinano a fare, di esempi vecchi e nuovi ce ne sarebbero pure troppi.
    ora è il momento di vedere questo ritorno e decidere se schierarsi dalla parte degli entusiasti o dei demolitori
    p.s. "Va' come si sono accorciate le giornate!" sono scoppiato a ridere e ho continuato per almeno dieci minuti, great Doc.!!!

    RispondiElimina
  87. Vogliamo parlare di Bane che prende le aspirine e non il venom? O qualsiasi altro tipo di steroide sarebbe andato bene, posso capire il "Realismo" ma hanno messo la fusione fredda degli esperimenti del caspio sul potenziamento della forza e della resistenza dell'uomo...

    RispondiElimina
  88. OFF TOPIC sul doppiaggio
    visto che su una cosa sono tutti d'accordo riguardo a questo film e credo anche su altri, e per ampliare la risposta che ho dato a Luca prima,
    stavo guardando THIS MUST BE THE PLACE e mi stava piacendo, ma ho dovuto smettere per il doppiaggio fatto con sean penn, e sono andato a guardare chi fosse sto disgraziato e cosa ti scopro,
    lui è Massimo rossi
    fratello dei doppiatori Riccardo Rossi ed Emanuela Rossi
    Riccardo Rossi oltre che fratello è
    cugino dei doppiatori Laura Boccanera e Fabio Boccanera
    Emanuela Rossi oltre che sorella e cugina è
    moglie dell'attore e doppiatore Francesco Pannofino
    insomma io per fare il doppiatore devo ingravidare una di famiglia altrimenti ciao!!!!

    RispondiElimina
  89. Cavolo quella su Massimo Rossi non la sapevo! Pazzesco! E non si possono nemmeno difendere, so di numerose "scuole di doppiaggio", in italia, dove almeno 10 studenti con belle voci su 100 per ognuna ci saranno... Mah che tristezza...
    Comunque riguardo al doppiaggio, sebbene i doppiatori talentuosi siano secondo me veri e propri "predestinati", ritengo sia possibile applicarvi lo stesso discorso che fa Frusciante (lo conoscete?) sul mestiere dell'attore: con un buon direttore dietro, si possono ottenere grandi risultati anche con volti plasticamente inespressivi. Se dietro non c'è chi tiene le fila per incompetenza o proprio per inesistenza, va platealmente tutto in vacca, vedi this must be the place o proprio batman; e non mi si venga a raccontare della "vicevcatezza espvessiva della voce come stvumento pev il vaggiungimento dell'avte della teatvalità" di sto cazzo (vedi il personaggio rockettaro di penn) o boiate simili... cristo quando lo ascoltai avevo stampata a fuoco ed a caratteri cubitali nella testa l'immagine di quel cazzone di mi chiamo sam porca merda!!

    RispondiElimina
  90. Il film mi è piaciuto. Intrattiene. Mi hanno turbato solo alcuni buchi nella sceneggiatura e qualche sviolinata da avanspettacolo qua e la' (citate in parte nel commento spoiler del Doc.). Risulterò impopolare, ma l'epilogo non mi è piaciuto più di tanto: l'ho trovato troppo una turbo-pippa nerd.


    (spoiler)

    Wayne che si beve il suo Fernet Branca con Selina, aspettando (presumo) Jerry Calà, Massimo Boldi ed Ezio Greggio per fare serata in Versilia, NON SI FA GUARDARE!

    (spoiler)

    RispondiElimina
  91. visto finalmente questo weekend... che dire, non mi è piaciuto proprio: anche gli altri due di Nolan non mi facevano impazzire (salvo giusto Batman Begins) ma questo secondo me è davvero un pessimo film sull'uomo pipistrello. Probabilmente il mio giudizio è condizionato dal fatto che per il sottoscritto il boom di Batman è legato ai film di Burton, e la riscoperta del cavaliere oscuro alla serie Arkham Asylum/City, fatto sta che imho QUELLO è Batman, mentre questo è un ricco cosplayer di Batman che ci prova e viene riempito di botte dall'inizio alla fine, tanto che se fosse stato un qualsiasi altro tecnogiustiziere il film non sarebbe cambiato di una virgola: Gotham sembra sempre più New York e il protagonista non assume "pose da Batman", non usa il rampino, non terrorizza i suoi nemici, mentre Bane non è un villain da fumetto ma un terrorista fanatico come ce ne sono una infinità nei media negli ultimi tempi. Se poi vogliamo proprio farci piacere l'attualizzazione operata da Nolan diciamo che è carina l'idea di renderlo zoppo all'inizio del film per riallacciarsi ai comics ma gli basta un tutore e un pò di allenamento e l'handicap sparisce, anche con una vertebra fuori posto^^, la fossa è sfruttata bene ma non è ben integrata nel contesto (dove sta? come fa Waine a tornare a Gotham?).. la presa della città poi è allucinante, mi ha ricordato Akira quando Neo Tokio viene isolata e sembra che metà dei cittadini fosse composta da bruti repressi pronta a supportare processi sommari (e parliamo di una cosa che era già WTF nell'84). Anche le motivazioni di Bane, di Talia e il comportamento del governo... tutto troppo superficiale, andava bene in un contesto fumettistico ma nel presunto realismo imposta da Nolan stona alla grande. Anche il passaggio di consegne finale era telefonatissimo dall'inizio del film... insomma, per me è NO.

    RispondiElimina
  92. chiedo solo una cosa :
    SPOILER

    ma come fa il cosidetto robin ha capire che bruce e batman ??? ... solo perche e orfano ??? allora tutti gli orfani di ghotam dovrebbero capirlo .. boh e una cosa che nn ho ben capito se qualcuno puo farmi luce ....

    ( il film mi e piaciuto tantissimo)

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI VENGONO ELIMINATI IN AUTOMATICO DAI FILTRI ANTISPAM. QUELLI SUPERSTITI, IRRISI ED ELIMINATI UGUALE. NON. USATELI.

Related Posts with Thumbnails