sabato 17 giugno 2017

69

Scarpe (Saturday night sondaggismo)

Uèla, gente, perdonate la latitanza degli ultimi due giorni, ma hai avuto tre inverosimilioni di cose da fare. Il tema del sondaggismo di questa settimana è molto, molto semplice. Qual è il vostro tipo di scarpe preferito? Non dovete necessariamente indicare una marca, basta anche una tipologia. Visto? L'avevi detto che era semplicino, sempliciò [...]
E anche la tua risposta dovrebbe essere semplice, perché l'essere stato uno skater in gioventude ti ha lasciato addosso un amore per le vans e per anni e anni, tipo da maggio a novembre, hai portato ai piedi solo vans slip on. Quelle senza lacci, da veri debosciati. Solo che da un po' le tue sfighe fisiche non te lo permettono più, hai bisogno di qualcosa con una suola più ammortizzata, e perciò usi scarpe da running che costano un sacco di soldi e che non usi per correre. Dr. House, allunga il mignolino che facciamo flic e floc. 

E questo, sostanzialmente, è quanto. Voialtri, invece? Che tipo di scarpe vi piacciono in particolar modo? Perché? Niente commenti anonimi, niente listoni, niente rotture di calzature ai commenti altrui. Per i calzascarpe digitali, chiedete allo ziu antunellu. 

69 commenti:

  1. Gli zoccoli sanitari col plantare in legno e la copertura superiore bianca traforata. Introvabili dalla fine degli anni 70 ma ben testimoniati in pellicole quali "amore tossico" del compianto maesto Caligari.
    Di primo acchito avrei detto le espadrillas ma perdevano molto nel confronto con i chiodi rugginosi o col debris tipico di qualunque scenario metropolitano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono morto di risate con la citazione di Amore Tossico.
      A Ce', nnamose a fa' no schizzetto.

      Moz-

      Elimina
    2. .... a me il limone nun me lo danno perchè sanno ce me ce dddddrogo!!!!

      Elimina
  2. Sportive e soprattutto comode.
    Mai aperte.

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Sneakers 365 giorni l'anno.
    Schifo le Nike con cui non ho mai avuto feeling. Prevalentemente Adidas, anche se ultimamente non riesco a trovare modelli che mi soddisfino... sarà l'anzianità che ci porta a non farci andar bene più niente!

    RispondiElimina
  4. Mah, scelta difficile tra le Converse nere classiche (in estate, finché il fisico lo ha consentito, adottavo il look dei protagonisti del videogioco "Bad Dudes Vs. Dragonninja" della Data East), oppure un paio di stivali da cowboy con rinforzi anti-rattlesnake acquistati in Texas anni fa.
    In casa, zoccoli da infermiere. Ah, quanto sono seventies..!

    RispondiElimina
  5. Da una parte, timberlandoni classici che si suda sempre e in qualunque stagione, però non quelle in giallosabbia ma più sul marronecaccadiarale. Dall'altra, sandali birkenstock che in estate tipo le uso anche ai matrimoni.
    tra i due, sandali birkestock

    RispondiElimina
  6. Sicuramente Sneaker, e il non plus ultra per me restano le Nike Air Max 97 "silver". ho fatto anni consecutivi a indossarle costantemente estate e inverno e, una volta distrutte, ricomprarle sempre uguali .... finchè non hanno smesso di produrle.

    RispondiElimina
  7. Guarda Doc, se e' valido, visto che non sono proprio scarpe, io dico i SANDALI. SEMPRE E OVUNQUE SIA POSSIBILE.
    Visto che sto con le anti-infortunistiche sul lavoro per dieci ore al giorno, fuori di li' i piedi devono stare LIBERI.
    PERCHE' I PIEDI, AL CHIUSO, SOFFRONO.
    Quindi sandali da Marzo (anche Febbraio, se si sta bene) fino a Ottobre. Tanto, chemmefrega? Chi mi deve guardare?
    Con predilezione per i TEVA (fantastici!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BRAVISSIMO! Il piede non deve essere un carcerato ha bisogno di aria! Quando fa caldo in casa sto direttamente a piedi nudi

      Elimina
  8. Io ho delle scarpe pesanti in cuoio duro con cui mi trovo molto bene, ma riesco a metterle solo d'inverno, d'estate fa tropo caldo.

    RispondiElimina
  9. Ai tempi delle medie (primi anni '90) c'era il mito delle Reebok Pump,che non ho mai avuto. Oggi prediligo le sneakers bianche, di gomma, con la punta arrotondata (così il piede non sembra troppo lungo). Sono molto anni '80 e al tempo stesso sempre di moda. Se devo dire un modello per rendere l'idea, allora dico le Sergio Tacchini Gran Torino.
    https://www.plutosport.com/media/catalog/product/cache/image/1800x/040ec09b1e35df139433887a97daa66f/S/e/Sergio-Tacchini-Gran-Torino-Entry-Sneakers-Heren_2.jpg

    RispondiElimina
  10. adidas classic (superstar, stan smith, gazelle) fin dagli anni 90. No, non sempre lo stesso paio.

    RispondiElimina
  11. Per anni ho speso euro su euro in Converse All-Star nere rigorosamente originali (unica cosa che esifo di marca oltre i Ray-Ban dei Blues Brothers). Peccato che avessero il viziaccio di sfasciarsi nel giro di sei mesi. Ancora adesso, quando ne vedo un paio la tentazione di prenderla è forte.

    RispondiElimina
  12. 'Gniorno a tutti. In casa rigorosamente piedi nudi in qualsiasi stagione. Poi, dall'alto dei miei 48 anni, ho scoperto che Nike ha fatto veri progressi con le leggerissime Rosh. Quindi ora metto prticamente solo quelle (vari modelli). Pesano niente, lasciano respirare. Quando piove metto vecchie Timberland che resistono da 30 anni (ebbene si) ma erano ancora Made in Usa. Ho anche delle scarpe italiane in cuoio fabbricate in Italia da artigiani sconosciuti. Ho bannato le varie finte made in Italy tipo Geox che sono tossiche. Mi sono dilungato, scusate. Ciao. Riccardo

    RispondiElimina
  13. Io da qualche anno ho scoperto le scarpe da running su sterrato/trekking della Salomon: mai più senza. Ne ho tre paria di modelli diversi ed essendo in gote-tex te ne freghi delle pozzanghere quando piove.
    Hanno un aspetto molto tecnico, quindi possono non piacere, ma hanno almeno per i miei piedi una calzabilità e una comodità che non avevo mai trovato prima.

    Altro che fighetterie in pelle...

    RispondiElimina
  14. le doc martens le classiche 1460 ed anche le capper smooth che sono un po' più fighette,ovviamente quando vesto formale le debbo lasciare a casa ed anche in estate non sono il massimo del confort quindi non posso indossarle sempre come mi piacerebbe,perché le doc martens?ci sono praticamente cresciuto dentro,tanto che sento che mi assomigliano,a livello interiore off course,e poi sono le scarpe più comode dell universo poche storie

    RispondiElimina
  15. Nella stagione fredda le Cammper da-passeggio-con-le-stringhe-elastiche-sbiecate (non so come si chiamano, ma ci siamo capiti: quelle lì).
    In estate si apre la tagione delle Birkenstock: mesi di libero ciabattamento sulle crucco-suole.
    Chiaramente sono allergica ai tacchi: quando proprio mi tocca, per cerimonie varie, è 'na tortura.

    RispondiElimina
  16. Sempre usato scarpe da basket e da running. Avevo una collezione di scarpe invidiata da tutti gli amici, infatti i soldi di paghette e mance li spendevo tutti in scarpe. Anche ora continuo ad usare questo genere e, forse per destino, ci sono finito a lavorare in questo mondo delle scarpe.

    RispondiElimina
  17. Le scarpe per me devo essere Gazelle Adidas specialmente se sono quelle che escono con i nomi della città in edizione limitata. Avevo delle Malmo (colori delle Svezia: scarpa gialla e rifiniture azzurre, comprese le stringhe) stupende che ormai sono defunte mentre ora ho delle Hamburg (nere confiniture azzurro polvere).
    Con il mio lavoro dovrei mettere le scarpe "serie" e l'abito ma ormai mi sono rotto il cxxxo. Alle riunione di lavoro vado spesso vado con le Gazelle, i pantalani scozzesi e giacca, senza cravatta.

    La professionalità non si misura sul fatto che mi vesta o non mi vesta come se stessi andando a un matrimonio o a un funerale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Drakkan,anche sta sulle balle il discorso che sei giudicato in base al vestito che indossi. Che conta è quello che contenuto nei vestiti

      Elimina
    2. Io una volta sono entrato in riunione con una maglietta di Batman. Ho dato un'occhiata veloce a quello che stavano guardando gli altri, ho detto: "Lo sapete che queste tavole sono sbagliate?" Mi hanno guardato come se fossi un povero imbecille, poi ci hanno pensato... E ho visto l'orrore nei loro occhi. Riunione aggiornata, progetto in revisione, Batman è di nuovo scomparso nella notte così com'era arrivato :D

      Elimina
  18. Scarpe da basket, alte e il più anni '80 possibile. O Rebook o Adidas

    RispondiElimina
  19. Sandali per la maggior parte dell'annopiù,soffro il caldo sempre di più quindi più parti ho esposte all'aria meglio è

    RispondiElimina
  20. sportive della geox, eleganti il giusto e non puzzano come fogne dopo 10 mimuti. poi per me vivrei scalzo...

    RispondiElimina
  21. Solitamente prediligo la scarpa da basket bianca.
    Air Max Jordan Pump, Air Force,Superstar e via.

    Se devo dire solo una faccio il figo e dico : Air Jordan 3 Fire red https://www.google.it/search?q=air+jordan+3+fire+red&prmd=isvn&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwi2htSY4cTUAhWFOsAKHd0sAK0Q_AUICSgB&biw=360&bih=524#imgrc=KXxbL2va0gnKgM:

    RispondiElimina
  22. Da malato di basket Air Jordan in tutte le salse..da poco ho preso le Jordan Eclipse, che son leggerissime e calzano come delle pantofole,ed adesso che fa caldo sono una manna

    RispondiElimina
  23. Il mio amore senza riserve va alle Onizuka Tigers, rigorosamente bianche con inserti blu e rossi. Per ovvi motivi non posso indossarle sempre ma quando possibile vincono loro senza gara...

    RispondiElimina
  24. Le rebook bianche bombatine (oh, il nome non lo so) che ti facevano il piede come un salsiccioto-senza-caviglia da cartone animato! Quanto le adoravo: tra i 10 e i 18 anni credo di aver portato quasi solo quelle, scuola o montagna che fosse. Tra parentesi erano indistruttibili: ogni 2/3 anni ne compravo un paio nuovo (identico al precedente, of course) solo per dire che era nuovo, ma in realtà sarei potuta andare avanti con lo stesso a vita...

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  28. Le Vans, anche a 40 anni suonati (devo dire che un po' di imbarazzo quando entro nei negozi Vans pieni di graffiti e skate..)

    RispondiElimina
  29. Le scarpe per me devono essere comode, quindi opto di solito per Nike o Geox ma bisogna dire che di recente ho preso anche due paia di Vans, anche per le fighe edizioni limitate lanciano ogni tanto. Ho preso quelle Nintendo e quelle Peanuts, purtroppo per quelle Pixar sono arrivato tardi!

    RispondiElimina
  30. Ho sempre subito il fascino, pur non avendone bisogno, delle antinfortunistiche con la punta rinforzata in metallo (meglio se con gli stringoni gialli e neri). Purtroppo le mie hanno disintegrato la suola di recente, quindi sto in astinenza.
    Ho di recente scoperto un nuovo amore: le scarpe da lavoro utilizzate dai giardinieri giapponesi, con quello stile a metà tra gli stivali di gomma e i sandali da ninja.
    Ora devo solo trovare come procurarmeli senza aspettare di tornare in loco.

    RispondiElimina
  31. Io sono al mio settimo od ottavo paio di Onitzuka Tiger (sempre bianche, quasi sempre con strisce rosso/blu anche se un pio di volte mi sono dato alla follia delle strisce di altro colore). Piu' o meno una volta ogni anno/anno e mezzo vado tra i miei ordini passati di amazon e clicco su "Buy again".

    RispondiElimina
  32. I vecchi modelli dell' Adidas o le LA trainer rigorosamente verde militare o color sabbia.
    Oppure i mitici zoccoli che tanto andavano di moda negli anni '80 e che per un periodo venivano rubati in spiaggia agli ignari.

    RispondiElimina
  33. Converse All Stars nere alte.
    Perché se dopo 30 anni ancora le uso ci sarà un motivo affettivo, no? ;-)

    RispondiElimina
  34. Inverno stivaletto basso ma con effetto anfibio.suola gommata e tacco. Perchè non sopportando gli stivali (e avendo una sfiga per la quale le suole mi si staccano con niente) ma adorando l'aspetto "bullo al piede" (anche se sono la persona più mite del pianeta) sono gli unici praticabili

    D'estate appena posso sandalo oppure la classica scarpa da ginnastica possibilmente monocolore.
    Praticità e comodità.

    RispondiElimina
  35. adidas basse, qualsiasi modello va bene, molto brit-urban

    RispondiElimina
  36. Polacchi e estate e inverno alla Dyd, anche se pure io ultimamente ho bisogno di scarpe con un po' più di sostegno sul tallone... Saranno i 40.

    RispondiElimina
  37. Se fosse per me girerei sempre in bermuda, canottiera e infradito. Le classiche flip flop di plastica. Se vivessi nel clima giusto le avrei ai piedi 365 giorni l'anno. E invece... Opto quindi per una sneakers. Fatevi voi ma basta che sia comoda!

    RispondiElimina
  38. Per il periodo autunno-inverno-inizioprimavera indosso da vent'anni lo stesso modello di scarpa, fedelmente riacquistato ogni volta che cede il paio precedente: Adidas Superstar, preferibilmente bianche con fascette nere. Le ho scoperte a fine anni '90, durante un momento di revival, e non le ho più mollate. Sono le uniche scarpe in cui posso stare in piedi tutta una giornata, macinando anche chilometri, senza che mi si massacrino i piedi!
    Nei periodi in cui non andavano di moda sono diventata matta a trovarle e ho fatto davvero la caccia al tesoro nei negozi, ma alla fine l'ho sempre spuntata.
    Adesso che sono di super-moda mi sento molto bimbominkia segui-massa a indossarle, ma, ehi!, io sono arrivata prima! :P

    In estate vado di sandalo super-comodo modello "zietta", perché ho i piedi che tendono a duplicare il loro volume col caldo -__-
    Se piove ed è caldo, Converse All Star alte, di solito prese nei saldi (al momento ne ho un paio viola prese a meno di 40€ anno scorso, ma ne ho avute di mimetiche o coi teschi. Mi piacciono le Converse arzille! XD).
    All-Star e Superstar hanno un dettaglio per me fondamentale: la punta rinforzata in gomma: io tendo a sfondare con l'alluce le scarpe in tela, probabilmente per un difetto nella camminata... ^^;

    Nel periodo pre-Superstar, ho indossato per anni le Lumberjack da barca marroni coi laccetti. Decisamente sembrare femminile non era mia priorità neanche a 13 anni! XD

    RispondiElimina
  39. Facendo consegne devo per forza tenere scarpe da ginnastica, meglio se traspiranti, soprattutto in questa stagione dell'anno. Non imnporta marca o modello, basta siano comode, non guardo troppo al dettaglio nel vestire.
    Per i fatti miei invece anfibi Rangers o similari.

    RispondiElimina
  40. Le scarpe della mia vita sono state le Reebok Lady Court bianche da tennis che avevo a 16 anni.

    RispondiElimina
  41. io sfondo un paio di Vans Old Skool all'anno. Prese di tutti i colori classici a rotazione, niente schifezze limited o zobrate. Quindi scelgo queste.
    Menzione d'onore per le Puma Suede e le Diadora Borg, meno fiche delle Old Skool ma super comode.
    Poi in aggiunta per l'estate una bella Birkenstock Arizona non me la leva nessuno.

    RispondiElimina
  42. Doc Martens (neri o bordeaux, con o senza punta d'acciaio) for the win - e sì, anche quando devo vestirmi da pinguino per il lavoro.
    In alternativa, sneaker Adidas: Samba, Superstar, Gazelle e simili.

    RispondiElimina
  43. Dr Martens, sempre e comunque. sia le immortali 1460 e 1461 (portate per una vita anche con l'abito, quando dovevo travestirmi da bravo consulente) che le industrial steel toe, per quando fuori fa freddo e piove davvero!
    Uniche eccezioni: un bel paio di scarpe da trekking per quando si cammina.

    RispondiElimina
  44. A parte le Reebok Gundam e Zaku che oggi da bravo nerd NON OTAKU ultra 40enne che sono vorrei ma non ho... Sigh!
    Io scarpe da ginnastica, ho avuto un breve passaggio a cavallo dei late 80s e early 90s per gli stivaletti scamosciati a suola bassa e ancor prima per le scarpe con la placca di metallo in punta tipo antinfortunistiche 😂 e ovviamente per le simili (pochi soldi) Timberland/Lumberjack da paninaro. Menzione d' onore per una scarpa da trekking della Lotto nella seconda metà dei 90, spettacolare quanto era comoda!
    Oggi solo sport shoes, non ho una marca, basta che ci stia comodo, tant' è che ho un solo paio che porto alla distruzione e nonostante le porti ad uno stato di decomposizione avanzato sono riottoso a buttarle finché sono comode... oggi ho un paio di Asics che probabilmente in Giappone a settembre distruggerò dai Km macinati.
    Se devo andare ad un matrimonio ho un paio di Adidas snickers nere.
    L' unica alternativa è un paio di Nebula della Geox, scarpa che probabilmente ricomprerò, soldi ben spesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le Reebok Pump Tachikoma, vogliamo mettere.

      Elimina
  45. Io sono talebano Adidas, e da secoli ne accumulo modelli su modelli, da quando ero regazzino.
    E tempo fa, dopo una vita, ho trovato un paio di Adidas Rom. E chi ha potuto resistere?

    RispondiElimina
  46. mmmmm semplicio in effetti, da quando ho 16 anni, dio m....a 21 anni fa ed è subito anzianità, anfibi neri di varie altezze e modelli tutti con la punta d acciaio, un paio all anno che all undicesimo mese acquistano l aspetto delle ciavatte di nonna Abelarda e si aprono comefiori a primavera, non sopporto le scarpe da ginnastica, calde calde caaalde, e sandali e ciabatte l antiestetica per eccellenza, ma sono un mutageno post new wave ed in spiagia vado in jeans e l estate è un demone celeste che m opprime

    RispondiElimina
  47. new balance 574, colori vari, per uso quotidiano, per me tra le più' comode

    RispondiElimina
  48. Converse all star: perché sono comode, belle e le puoi indossare con tutto

    RispondiElimina
  49. Allacciata all'inglese in cuoio, pianta stretta (maledetto importatore italiano amante della pianta larga tipo zattera), nera o blu notte, a punta liscia, puntale segnato o coda di rondine. Rigorosamente Church's. Se curate a dovere durano 10 / 15 anni e più, sempre in splendida forma, col tempo diventano vecchi amici, su cui puoi contare al 100% anche in una massacrante giornata di fiera.

    Sneakers? Adidas Stan Smith total white (tag sul tallone e linguetta inclusi).

    Scarpa da running Mizuno, dal Giappone con furore, un prodotto fantastico!

    Sandali / ciabatte / crocks / Birkenstock? Neanche per sbaglio. Inncontesto balneare... Hawaianas di Star Wars con Vader + un plotone di Stormtrooper! Da comprarne ottanta paia, in modo da averne a disposizione per sempre!

    RispondiElimina
  50. Come non quotare il Maggiore al 100%?
    Però aggiungo anche un pizzico di Merrell.
    Anche se ogni volta che entro in un negozio di scarpe spero in una riedizione delle Reebok Commitment ( http://www.sneakerpedia.com/sneakers/310) e puntualmente esco in lacrime.
    Ne avevo un paio mid per giocare a basket e un paio low per tutte le altre occasioni.

    RispondiElimina
  51. New Rock.
    Si tratta di giganteschi anfibi olandesi con tacco d'acciaio praticamente indistruttibili ed eterni nel tempo

    https://images-eu.ssl-images-amazon.com/images/I/51yraQ3uddL._AC_UL260_SR200,260_.jpg

    li adoro e sono per fetti per l'ambiente dove mi sento a mio agio.
    In mancanza di tali bellezzi mi piacciono comunque gli anfibi meglio se militari

    RispondiElimina
  52. Vans, rigorosamente old school o similari.. nere.. le compro, le sbriciolo, le ricompro.
    Scarpe pantofolone tipo nike con suolona.. magari di mezzo numero in più (e giù a litigare con la morosa per sta cosa)
    sneaker di ogni tipo... ho trovato le nike replica di mc fly.. le uso con parsimonia :D

    RispondiElimina
  53. Col tempo bello, Clarks Desert Boots. Esiste forse un'altra scarpa?
    D'inverno o quando piove, suola in gomma e tomaia in cuoio/goretex. Sempre Clarks originali, ovvio.
    In casa e super-rilassato estivo, anche le espadrillas: quando vado in Spagna, rinnovo sempre la scorta.

    RispondiElimina
  54. Da aficionado Nike per moltissimo tempo, da un paio di anni mi sono convertito totalmente ad Adidas arrivando a spendere un capitale per scarpe praticamente introvabili. A mio parere, la casa tedesca al momento sta realizzando le sneaker più interessati e tecnologicamente avanzate rispetto ai competitor, non a caso negli ultimi due/tre anni ha stracciato Nike nelle vendite. Consiglio vivamente la serie Ultraboost, comodità e ammortizzamento ai massimi livelli; purtroppo non costano pochissimo e le colorazioni migliori sono molto difficili da trovare nei negozi e on-line. Sempre da Adidas, le NMD, anche in questo caso la suola adotta il sistema Boost, sono molto comode, da prendere solo nella versione con il colletto a calzino. Al di là della sneaker che si sceglie, va abbinato anche il pantalone giusto. Se volete vedere quanto valgono le vostre sneaker cercate su Google "stockx".

    RispondiElimina
  55. Stivaletti bassi, neri, dal look anziano-tendente.

    RispondiElimina
  56. dr martens di ogni forma e colore per l'inverno, vans old school o authentic alternate ai sandali birkenstock per l'estate... tacchi ovviamente ABOLITI. femminilità?! cosa essere?!

    RispondiElimina
  57. Da vero bassista southern (forse anche carismatico?) stivali texani tutto l'anno !!! I miei preferiti sono in cuoio nero e pitone bianco da veri redneck/cajun della Louisiana

    RispondiElimina
  58. Da vero bassista southern (forse anche carismatico?) stivali texani tutto l'anno !!! I miei preferiti sono in cuoio nero e pitone bianco da veri redneck/cajun della Louisiana

    RispondiElimina
  59. Sneakers di modello sportivo ma scamosciate, colore molto scuro, preferibilmente marroni o grigie.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails